Salute e benessere

La vita non così segreta della musica dalle piante

Da Jessica Pignataro

Non è un colore rosso sanguigno che scorre nelle vene degli ultimi talenti che ti presentiamo. È verde! Leggi: clorofilla. Quando pensiamo ai compositori, di solito ci vengono in mente Debussy, Chopin e Handel. Prendiamo ora in considerazione i suoni della natura. Immergiti letteralmente in una festa paradisiaca in giardino con le piante che fungono da orchestra.

Molti non dimenticheranno mai la prima e unica volta che hanno visto Stevie Wonder senza i suoi iconici occhiali da sole. È stato nel suo video musicale del 1979, The Secret Life of Plants, un documentario ispirato all'omonimo libro del 1973 di cui realizzò la colonna sonora.

Con il suo sorriso smagliante, si aggirava dall'altra parte di una vista infinita di girasoli e di altri fiori cantando un'ode alle meraviglie del mondo vegetale. Facendoli diventare i protagonisti dello spettacolo, celebrando le loro qualità senzienti e mistiche. Era ipnotizzante. Se si entra in contatto con le piante o semplicemente si ricava soddisfazione da uno spazio verde o una passeggiata nel bosco, si conosce la sensazione. Il modo in cui la natura suona e profuma, il sapore dell'aria.

Più o meno nello stesso periodo, durante il fiorente movimento new age, è stata rilasciata "Plantasia" (una composizione musicale pensata per il piacere delle piante di casa), che al momento dell'uscita è stato un vero e proprio flop - come potrebbe mai competere con l'emergere della scintillante disco? Plantasia è stato recentemente rieditato su vinile, su un disco verde che ora naturalmente è una gemma molto ricercata dai collezionisti di ogni genere.

A parte l'aspetto della novità, ci sono molte scoperte ben pubblicizzate sul modo in cui le piante rispondono ai vari generi musicali. Le piante, a quanto pare, adorano la musica classica. I risultati hanno costantemente dimostrato che fioriscono e la loro crescita è accelerata dal mondo delle sonate e degli archi. Al contrario, le piante sembrano soffrire con suoni più abrasivi prodotti dalla musica heavy metal e rock. La distorsione non fa proprio al caso loro. Risultano notevolmente malate dopo lunghi periodi di esposizione. Anche il volume è un fattore. In difesa di coloro che considerano dei capolavori i parafanghi rivestiti in pelle in overdrive - non sentirti sminuito, dipende dal modo in cui funziona il tuo cervello... le piante ascoltano in modo diverso.

Le piante "ascoltano" attraverso i loro stomi. Sono le bocche delle piante, per così dire, che si dilatano in risposta a certe frequenze, e i toni puri impegnano la maggior parte della risposta. I tipi di toni armonici puri che si producono nella musica classica e che sono i più efficaci nello stimolare l'apertura degli stomi provocano un aumento dell'apporto di sostanze nutritive che si traduce in crescita e vitalità generale. Questa è matematica. Se, semplicemente, le piante preferiscono Bach a Slayer, non potremo mai saperlo con certezza. Quello che sappiamo è che l'uomo ama la natura e i suoi suoni naturali, ed evidentemente lo stesso fa la natura.

Le piante gridano aiuto quando vedono le forbici avvicinarsi o tengono il broncio quando vengono trascurate? Si ravvivano quando sentono qualcosa a 200-300hz - la frequenza dell'acqua corrente. Prosperano notevolmente in ambienti sani e vacillano in quelli tossici, come facciamo noi.

Alcuni sorridono all'idea che le piante abbiano dei sentimenti, figuriamoci a quella che producano musica, e arrivano a ridurre tutte le scoperte alla notazione scientifica e alla ciarlataneria. Che lo facciano pure. Non serve essere il tipo di persona che abbraccia gli alberi o che gioca una partita a scacchi con un giglio tigrato per percepire l'animismo, lo spirito, e osservare le forme di funzione cognitiva di questa rete di piante intelligenti e onnipresenti che hanno preceduto di almeno 360 milioni di anni l'homo sapiens. Probabilmente sanno una cosetta o due.

Se hai mai guardato la BBC Earth o uno dei tanti speciali sulla natura che esaltano le meraviglie del mondo vegetale e la comunicazione avanzata in cui sono coinvolte, è difficile non essere in soggezione e allo stesso tempo non bollare qualsiasi cosa riguardo l'argomento come retorica.

Ciononostante, è un periodo piuttosto lussureggiante per la rinascita della musica delle piante (da e per le piante), in modi senza precedenti. Nonostante il solito grande divario tra il mondo scientifico convenzionale e le menti espansive della neurobiologia vegetale fin dall'epoca di Charles Darwin, lo spazio nel mezzo è un letto fertile per le specie vegetali per condividere i loro suoni ossigenati e sognanti mentre ci portano nel loro regno segreto verde smeraldo.

Lo sviluppo di gadget più accessibili, in grado di interpretare il biofeedback delle piante nei suoni armonici, sta provocando un'ondata in una società affamata di bio che vuole connettersi con le melodie incantevoli e senza pretese di queste stelle frondose. La musica delle piante è tornata, non è mai andata via - i narcisi lanciavano sempre le loro viole del pensiero. È solo che ora più che mai la stiamo ascoltando, e non c'è da stupirsi del perché.

Pionieri in questo campo come Stefano Mancuso, Direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale e docente presso l'Università di Firenze, hanno contribuito a ritagliare un percorso per piattaforme come Calm Radio, in modo da poter condividere con te queste performance uniche nel loro genere.

Utilizzando delicati apparati personalizzati, la strumentazione viene collegata agli impianti e modulata in un segnale amplificato per l'ascoltatore. È un'esperienza eterea che ti consigliamo di provare. Il sereno viaggio sonoro di questo genere di musica rilassante è diverso da qualsiasi altra cosa.

Dai un'occhiata ai nostri canali di Musica dalle piante, prodotti organicamente, con la partecipazione del Maestro Eric Harry: Vite a punta di freccia, Foglia di violino, Albero di croton e Pianta di preghiera. Entra nella vita segreta delle piante.

Clicca qui per saperne di più sui vantaggi delle piante nel tuo ambiente domestico e d'ufficio.

Ascolta 24 ore su 24 su canali e dispositivi illimitati

Goditi il tuo cammino audio ovunque, anche senza internet. Calm Radio offre uniche esperienze audio - musica curate; Suoni della Natura, ambienti rilassanti - così PUOI lavorare, PUOI concentrarti, PUOI rilassarti, PUOI dormire.

  • Windows
  • macOS
  • Android
  • iOS
  • Alexa
  • Sonos
  • Apple TV 4
  • Roku